Lievito madre… proviamoci, costa poco!


IMG_2103Pasta madre, pasta acida, lievito naturale o lievito madre. Chiamatelo come volete, ma se lo provate, difficilmente tornerete indietro. Il lievito madre è sostanzialmente una base lievitante acida ottenuta da una lievitazione spontanea innescata da batteri “buoni” partendo semplicemente da acqua e farina.

Io per questo lievito madre ho usato:

  • 200 g farina manitoba 0
  • 100 g acqua
  • 2 o 3 cucchiai di miele

*il miele farà da accelerante nutrendo i batteri con i suoi zuccheri

IMG_2104

I primi 2 rinfreschi

Dopo il primo impasto, aspettare 48 ore. Tra un rinfresco e l’altro coprire la ciotola con una pellicola ed uno straccio (io uso una cuffia da doccia usa e getta e un canovaccio). Tenere a 20-22°C.

  • Passate le prime 48 ore pesare il composto, aggiungere pari peso di farina 50 ml d’acqua + 1 cucchiaio di miele.
  • Aspettare 48 ore e ripetere il rinfresco.

Dopo le prime 3 lievitazioni (passati 6 giorni) la pasta emanerà profumo d’aceto e il suo volume sarà raddoppiato dall’ultimo rinfresco. Si potrà quindi conservare in frigo o (se inverno) a temperatura ambiente il luogo fresco.

IMG_2144Per la conservazione, sarebbe meglio tenerlo in un contenitore ermetico con chiusura molto forte (perché lievitando, potrebbe far saltare un coperchio normale).

Per non farlo morire, il lievito madre va rinfrescato almeno ogni 6 giorni tenendolo poi a temperatura ambiente per 6 – 8 ore.

IMG_2145

Se ve ne esce parecchio, il lievito madre sarà sicuramente un regalo gradito per un vostro amico, amante della panificazione e della pasticceria!

P.S. Ricordarsi sempre di segnalare l’ultimo rinfresco per non perdere il conto.

P.P.S. Se andate un mese in Angòla, affidatelo a qualcuno fidato, per rinfrescarlo! Altrimenti Muore. E sarebbe un peccato, perché più invecchia e meglio lavora. Ci sono delle fornerie che lavorano con lieviti vecchi di 100 e più anni!
IMG_2146Per ricette con uso di lievito madre usate google. Ce ne sono a centinaia. Per farvi capire, ve ne scrivo un esempio.

Focaccia lievito madre

300 g farina 0
200 g farina Manitoba
420 g acqua
100 g pasta madre solida
12 g sale
30 g olio d’oliva
  • E l’emulsione  olio e acqua di eguale quantitativo per spennellare la superficie + un po’ di fior di sale da sparpagliare in superficie.
  • Si fa l’impasto, si lascia riposare 2 ore, poi si mette coperto da pellicola in frigo 8 ore.
  • Si tira fuori, e si fa riprendere 2 o 3 ore, poi si stende in teglia e dopo 2 o 3 ore di lievitazione in teglia si fa cuocere

Usando il lievito madre la focaccia verrà sofficissima e molto alveolata.

Focaccia_

Annunci

One thought on “Lievito madre… proviamoci, costa poco!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...